I Consiglieri Regionali danno ragione a quanto sostenuto dalle Pubbliche Assistenze ANPAS Marche!

 

 

Nel corso delle discussione in aula tutti i Consiglieri Regionali hanno stigmatizzato la

modalità di modifica della legge che mette in discussione il futuro del trasporto sanitario

(d’emergenza e programmato). Unico assente eccellente: l’Assessore Mezzolani

 

Oggi, martedì 8 febbraio, i Consiglieri della Regione Marche hanno dibattuto a lungo in aula riguardo lemodalità e gli effetti della modifica legislativa riguardante il trasporto sanitario d’emergenza eprogrammato, che mette a rischio il futuro delle Pubbliche Assistenze (la varie “Croci”) che fino ad oggihanno garantito tale servizio, e inoltre rappresenterà a causa dell’affidamento tramite gara un notevoleesborso economico a carico dei contribuenti marchigiani. 

Per circa due ore e mezzo i Consiglieri hanno espresso le proprie considerazioni, e tutti hanno convenutoche la modalità seguita per modificare la L.R. 36/1998, ovvero un emendamento presentato a marginedella Finanziaria Regionale 2011, non è stata certamente la prassi più corretta e rispettosa proprio dellafunzione stessa dei Consiglieri Regionali. 

Alla fine i Consiglieri (di maggioranza ed opposizione) hanno votato all’unanimità una risoluzione in cui sichiede alla Giunta Regionale:

_ di voler procedere alla modifica dell’”incriminato” art. 15 della Legge Finanziaria;

_ di relazionare in aula sulle osservazioni fatte dalla Commissione Europea alla legge marchigiana;

_ di non apportare in futuro modifiche sostanziali alle norme regionali tramite le leggi finanziarie. 

Domani (mercoledì 9 febbraio) la Va Commissione Sanità, rappresentata dal Presidente Comi e dal VicePresidente D’Anna, sarà a Roma per discutere con i funzionari del Dipartimento delle PoliticheComunitarie in ordine ai presunti rilievi mossi dalla Commissione Europea alla Legge marchigiana. 

In questa giornata di costruttivi e franchi scambi di vedute certamente non è passata inosservata l’assenzadell’Assessore Mezzolani, che per la seconda volta (dopo la seduta del 25 gennaio) non era presente inaula a causa di impegni istituzionali: l’augurio è che prima o poi riesca a trovare un attimo di tempo perrelazionare ai Consiglieri presenti in aula riguardo a quanto accaduto. 

Nel frattempo le Pubbliche Assistenze ANPAS continuano responsabilmente a garantire quotidianamenteH/24 i servizi di trasporto sanitario d’emergenza e programmato, nonostante le convenzioni stipulate conl’ASUR regionale siano scadute lo scorso 31 dicembre 2010 e quindi non vi sia al momento in atto alcunrapporto formale con l’ente pubblico sia per l’espletamento del servizio, sia per l’erogazione dei relativirimborsi delle spese effettivamente sostenute.

SCARICA IL COMUNICATO.PDF

 
< Prec.   Pros. >