Home arrow SERVIZIO CIVILE

 Servizio Civile? Si, Grazie!

 

I volontari in Servizio Civile sono presenti in quasi tutte le Pubbliche Assistenze del territorio dal 2001, a testimonianza di una scelta di solidarietà e una voglia di “imparare” poste a fondamento di una cittadinanza attiva, ovvero di una scelta partecipata, non passiva. Il Servizio Civile, come oggi lo conosciamo, affonda le sue radici nell’istituto dell’Obiezione di Coscienza, scelta con cui i giovani Italiani si dichiaravano contrari all’uso delle armi per motivi morali, religiosi o filosofici. Era il 1972 e l’Obiezione era vista non come un diritto del giovane cittadino, ma come un beneficio. Nel 1985, con alcune sentenze della Corte Costituzionale, l’Obiezione diviene diritto-dovere di difesa della Patria. Nel 1998 diviene finalmente un diritto soggettivo.Dal 1 gennaio 2005 cessa l’obbligo di leva e di conseguenza l’Obiezione di Coscienza, si passa al servizio militare e civile esclusivamente su base volontaria. Il Servizio Civile, allo stesso modo dell’Obiezione di Coscienza, è uno dei modi riconosciuti di difendere la Patria (sentenza 228/04 Corte Costituzionale).

BREVE STORIA DELL'OBIEZIONE DI COSCIENZA

 

Settori di impiego dei volontari SCN in ambito ANPAs Marche

Le attività in cui i volontari saranno impegnati possono così essere espresse e schematizzate:  
  
Trasporto infermi: soccorso trasporti secondari gestione servizi
Protezione Civile: emergenza  prevenzione post-calamità
Promozione: volontariato  Servizio Civile 
   

 

1 - Trasporto infermi

a) soccorso: il volontario SC potrà subito essere impegnato in questo settore solo se proviene dalle file dei volontari preparati allo scopo; altrimenti dovrà frequentare proficuamente il corso di primo soccorso e superare il previsto periodo di tirocinio.

b) trasporti secondari: l'impegno del volontario SC sarà rivolto al trasporto dei pazienti, degli anziani e degli handicappati da sottoporre a dialisi, fisioterapie, a cure particolari o per dimissioni dai luoghi di cura - mediante ambulanze, mezzi speciali o normali - come accompagnatore o autista (se valutato idoneo dal personale preposto);  

c) gestione servizi: in ogni Associazione vi è un punto di coordinamento per la gestione del servizio trasporti infermi, il volontario potrà essere impegnato come coadiutore del centralino o della centrale operativa in una delle innumerevoli mansioni previste. 
 

2 - Protezione Civile

a) emergenza: Il volontario SC che aderisce ad un progetto in tal senso, si impegna nella collaborazione all'attività di protezione civile e sarà precedentemente, se non proviene già dalle file dei volontari, preparato in maniera adeguata attraverso una formazione teorica e pratica partecipando ad esercitazioni promosse dalla stessa Associazione o da altre realtà territoriali;    

b) prevenzione (fondamentale per l'autodifesa del cittadino): Il volontario SC collabora alla redazione di progetti e studi relativi ai rischi cui possono essere sottoposti i beni e gli abitanti del territorio, alla prevenzione da tali rischi ed all'educazione alla cultura della prevenzione;    

c) ricostruzione post calamità: Il volontario SC collabora alla progettazione ed attuazione di programmi sociali e di animazione finalizzati al ripristino della normalità nei luoghi colpiti da eventi calamitosi.   
 

3 - Promozione

Il volontario SC, forte delle convinzioni che lo hanno portato alla scelta del servizio civile, dovrà dedicarsi a:  

a) formazione alla cultura del volontariato e della solidarietà: Il volontario SC collabora alla promozione di corsi formativi, nell'ambito delle finalità istituzionali delle Pubbliche Assistenze, all'interno dell'Associazione stessa e nel rapporto con le istituzioni locali.  

b) formazione alla scelta del servizio civile: collaborazione all'attività di informazione per le Associazioni di Pubblica Assistenza sui temi del servizio civile volontario.   Questi i settori in cui Il volontario SC, in servizio presso le sedi A.N.P.AS., svolge prevalentemente la sua attività; ma il suo impegno potrebbe essere destinato anche ad altri settori socio-sanitari: dipende dalle necessità, dalla disponibilità e dalla creatività della sua azione.   La presentazione di un progetto di servizio civile  può divenire occasione per la creazione di nuove attività associative che, grazie alla freschezza propositiva della loro scelta dei ragazzi possono migliorare la qualità delle risposte in funzione dei bisogni emergenti, per una presenza più puntuale, più umana e sociale dei volontari delle Pubbliche Assistenze.  

 

 

NORMATIVA... 

 

SERVIZIO CIVILE NAZIONALE

Scadenza bando 26/06/2017