COMUNICATO STAMPA: Replica a dichiarazioni Dr. Livini Area Vasta 4

Falconara Marittima, 03 luglio 2018

 

Dall’Area Vasta 4 ancora una volta inesattezze e confusione

Il direttore dell’Area Vasta Livini minimizza e fornisce risposte non attinenti e fuorvianti

Il Direttore dell’AV4, Dott. Livini, vuole ridurre la sofferta decisione del blocco dei servizi presa dalle associazioni ANPAS, ad una mera questione economica, tentando goffamente di smarcarsi da una situazione gravissima che invece riguarda l’intera regione e naturalmente anche la AV4 dell’ASUR.

Livini concentra il suo intervento alla stampa solo sulle cifre promesse alle associazioni, omettendo di dire che esse rappresentano sempre e soltanto acconti e costituiscono solo una parte di quanto le Associazioni devono effettivamente ricevere. L’inadempienza anche dell’AV4, che ancora non ha controllato le rendicontazioni dal 2013 (cioè da 5 anni fa) ad oggi costituisce il vero problema. A causa dell’inefficienza dell’ASUR le associazioni non sanno ancora se e quando riceveranno il saldo di quanto speso 5 anni fa per pagare il carburante, le gomme, il meccanico, il materiale di consumo, ecc.: questo saldo rappresenta una cifra rilevante per ogni associazione.

Il realtà le Pubbliche Assistenze sino ad oggi sono riuscite a sopravvivere solo grazie alla generosità dei cittadini, perché per colmare le lacune economiche, e riuscire a garantire quotidianamente i servizi in ambulanza, esse hanno attinto anche alle offerte ricevute. Ma oramai neppure queste bastano più.

Altro tema fondamentale, che riguarda chiaramente anche la AV4 dell’ASUR è l’urgentissima revisione del meccanismo di rimborso delle spese sostenute, modificato unilateralmente da ASUR con un sistema che lo rende ingestibile e soprattutto non riconosce alle associazioni il 100% di quanto da esse effettivamente peso e documentato, decretando la loro progressiva scomparsa per indebitamenti che gravano già oggi sulle spalle dei volontari che le amministrano.


Neppure un accordo scritto e firmato (il 9 marzo 2018) dai massimi vertici della politica e della sanità regionale è servito finora a vincolare le strutture alla effettiva soluzione delle gravissime criticità già citate, ma nemmeno a garantire la giusta revisione di una Delibera della Giunta Regionale che a breve purtroppo lascerà a piedi molti pazienti sottoposti a dialisi.

L’Area Vasta 4, al pari delle altre Aree Vaste dell’ASUR, per essere credibile, dovrebbe erogare puntualmente i rimborsi spese strettamente dovuti alle associazioni, evitando ulteriori atteggiamenti dilatori e garantire condizioni future di effettiva sostenibilità del servizio da parte di associazioni che da oltre un secolo costituiscono punto di riferimento di eccellenza per i cittadini e che oggi si scontrano con funzionari ed amministratori che non conoscono neppure il contesto in cui si muovono e sono incapaci di garantire la sopravvivenza di un sistema di fondamentale importanza.

 

Comunicato_Replica_a_Livini.pdf

Dichiarazioni_Dr_Livini_AV4.pdf

Comunicato_motivi_protesta_ANPAS.pdf

 
< Prec.   Pros. >